Il Premio Margutta

Il “Premio Margutta – La Via delle Arti” 2024  nella Terrazza della Sala della Protomoteca

Di Tiziana Biscu

Conferiti i Premi ai protagonisti del mondo delle arti, della cultura, dell’informazione e dell’imprenditoria.

È stato un grande successo la XVIII edizione del “Premio Margutta – La Via delle Arti”, lo storico appuntamento culturale ideato da Antonio Falanga, organizzato da Grazia Marino e prodotto da Spazio Margutta.

Dopo essere stato ospitato nelle più importanti aree archeologiche e museali di Roma, quest’anno, il 29 maggio, è approdato  in un nuovo e prestigioso sito della Capitale, nella Terrazza della Sala della Protomoteca del Campidoglio.

Per questo prestigioso riconoscimento l’organizzazione ha ringraziato l’Assessore ai Grandi Eventi, Sport, Turismo e Moda del Comune di Roma, Alessandro Onorato, che in riferimento alle finalità istitutive e artistiche dell’iniziativa, ha ritenuto opportuno promuovere e ospitare la cerimonia nell’esclusiva terrazza capitolina, dalla quale si è potuto ammirare l’incomparabile dei Fori Imperiali e dalla quale l’Associazione Internazionale di Via Margutta ha voluto concedere il suo patrocinio morale all’evento replicando quanto già fatto nel tempo.

Conferimento per merito, talento e creatività con una scultura

La scultura che è stata conferita ai premiati, realizzata dal Maestro orafo Gerardo Sacco, è stata ispirata dai due mascheroni della “Fontana degli Artisti” che l’Arch. Pietro Lombardi pose in opera nel 1927 a metà percorso della Via Margutta.

 Madrina e conduttrice dell’evento, Cinzia Malvini

Anche quest’anno ha condotto l’evento, Cinzia Malvini la nota giornalista memoria storica della manifestazione; ha fatto da madrina coadiuvata nell’introduzione  dal critico d’arte Mirko Baldassarre.

Ha presenziato l’Assessore Alessandro Onorato, dando inizio alle danze per il conferimento del prestigioso premio alle note celebrità selezionate dall’organizzazione.

Per la Sezione Cultura il premio è stato assegnato alla Dott.ssa Flavia Piccoli Nardelli, presidente dell’Associazione delle istituzioni di cultura italiane (AICI); per la Sezione Giornalismo il premio è andato al Direttore del TG2 Antonio Preziosi; per la Sezione Teatro ha ritira il premio l’attrice Drusilla Foer; il premio per la Sezione Letteratura l’ha ricevuto Massimo Gramellini, autore di saggi e romanzi di successo; al regista e sceneggiatore Giovanni Veronesi è andato il premio per la Sezione Cinema; ha ritira il premio per la Sezione Musica l’attrice cantante Tiziana Tosca Donati; per la Sezione Moda il premio è stato assegnato alla stilista Chiara Boni che con il suo brand “La Petite Robe” è tra le stiliste italiane più famose all’estero; il premio per la Sezione Serie Televisive è andato all’attrice della serie Doc–Nelle tue mani Sara Lazzaro; per la Sezione Imprenditoria il premio è stato conferito a Claudio Boso, fondatore e presidente di Careisgold, società leader nel settore dell’Oro Puro Fisico da investimento; ed infine per la Sezione Luxury Creation il premio è stato assegnato alla maison francese ST Dupont, nella persona di Sarah Giordano, Brand Manager Italy & Malta, un’eccellenza internazionale tra le realtà più affermate nel mondo del lusso. All’Assessore Alessandro Onorato infine, è stata riconosciuta la Targa ricordo della serata, realizzata dalla jewellery designer Gaia Caramazza, espressamente voluta da Grazia Marino e Antonio Falanga.

Partners di grande prestigio

Non sono mancati sponsors di grande rilievo, a partire dall’Assessore Sabrina Alfonsi che ha ricevuto i ringraziamenti per l’arredo arboreo della Terrazza del Campidoglio. Gli altri sponsor si sono contesi la platea, da S.T. Dupont, riferimento mondiale per gli accessori di lusso e noto per i famosi accendini d’oro, alla Banca del Fucino, da Careisgold S.p.A. di Claudio Boso per l’Oro Puro Fisico a Gerardo Sacco, l’orafo delle dive; da Tridente Collection, collezione di boutique hotel, ristoranti e location per eventi, a Imago Artis Travel, la nota boutique travel company che opera nel turismo di fascia luxury; da “Il Margutta vegetarian food & art”, di Claudio e Tina Vannini, portabandiera della cucina vegetariana e vegana in Italia a “Ciù Ciù Tenimenti Bartolomei” il gruppo di aziende vitivinicole leader sul mercato tra i produttori di vino; da LiveOn, full service per audio, video, luci e multimedia per eventi a Radio Italia Anni ’60, la stazione radio online che dalla sede di Roma fa rivivere i meravigliosi anni ’60 attraverso la musica e i ricordi di quell’epoca d’oro; dall’agenzia Alpa Model Agency di Alberto Polifroni per spot e video musicali con casting di moda a Materica dell’architetto Valentina Fraschetti che, tra l’altro, ha collaborato all’allestimento progettuale della location; fino all’agenzia VirtualKey di Leonardo Marconi per i servizi di comunicazione ad ampio raggio.

Il blasone dell’organizzazione e il suo successo consolidato nel tempo non poteva impedirci di essere presenti con il nostro magazine Collection, per raccontare, come sempre facciamo, arte, moda e cultura seguendo le tendenze di mercato rivolte al luxury lifestyle world.

Insomma un grande successo che si merita il consolidato percorso annuale che nella capitale si ripete ogni anno generando l’aspettativa della location che Grazia e Antonio sceglieranno per stupire come sempre gli astanti.

Unisciti alla discussione

Confronta Strutture

Confronta
DEMO